BLOG

Curiosità, trucchi e consigli

Ho utilizzato Brave Browser per un mese

Tempo di lettura circa 4 minuti

Generalmente sono sempre molto restio ad utilizzare un nuovo browser ma dopo aver letto un interessante articolo sulla sicurezza online ho deciso di utilizzare Brave Browser per un mese.

Brave Browser
Brave Browser su iPhone e su Mac

Cos’è Brave Browser?

Brave è un browser open-source basato sul progetto Chromium e sul suo motore di rendering, Blink. Il browser è stato annunciato dal co-fondatore di Mozilla e creatore di JavaScript, Brendan Eich. A partire dal 2018 Brave supporta Windows, macOS, Linux, Android e iOS.” dice Wikipedia. Tradotto, Brave è un browser basato su Google Chrome, creato dal co-fondatore di Mozilla e che gira su tutti i sistemi operativi in circolazione.

Definizioni a parte, questo browser ha attirato la mia attenzione in quanto ha interessanti funzioni in più rispetto ai tradizionali browser come ad esempio la protezione da ogni tipo di pubblicità non richiesta, l’altissimo livello di privacy che garantisce (bloccando script che provano a identificare te e il tuo dispositivo spesso inseriti negli annunci), la strabiliante velocità nel gestire i pannelli e nel caricare le pagine e infine la possibilità di essere pagati con la loro criptovaluta BAT per navigare in internet!

Principali caratteristiche di Brave Browser

Come ti ho appena anticipato, Brave ha un sacco di funzioni utili, qui di seguito ti spiegherò brevemente quelle che preferisco:

  • Scudo per la privacy
    In automatico Brave blocca annunci pubblicitari (nascondendoli ai tuoi occhi) e tracker che catturano dati. Può sembrar una cosa da poco ma la maggior parte dei siti Web e degli annunci includono script che tentano di identificarti e monitorare ogni tua mossa, raccogliendo dati da vendere poi al miglior offerente.
Brave Shield in azione visitando Wikipedia
  • Velocità strabiliante
    Bloccando annunci e tracker le pagine web diventano più leggere, utilizzando Brave navigherai dalle 3 alle 6 volte più velocemente rispetto a Chrome, Safari e Firefox su dispositivi mobili e desktop.
Quantità di pubblicità e tracker bloccati e tempo risparmiato in un mese di utilizzo
  • Ricompense
    Brave è stato sviluppato in concomitanza con la nascita del token BAT (Basic Attention Token), una criptovaluta basata sulla blockchain di Ethereum, creata per essere utilizzata nei servizi pubblicitari basati sull’attenzione e scambiata tra editori, inserzionisti e utenti. Attivando la funzione Brave Rewards potrai guadagnare frazioni di BAT semplicemente visualizzando annunci rispettosi della privacy (riceverai una notifica ogni tanto e se interessato potrai cliccarla e visitare il sito inerente all’annuncio pubblicitario). Puoi anche selezionare il numero limite di annunci da ricevere ogni giorno.
Guadagni di un mese di utilizzo
  • Contributi ai Creator
    Tutti i possessori di un sito web (o comunque tutti coloro che “creano” contenuti per il web) hanno la possibilità di diventare Brave Creators e quindi di avere la possibilità di ricevere mance da parte degli utilizzatori di Brave Browser. Non ti annoierò entrando nel dettaglio ma praticamente i token BAT che guadagnerai navigando potrai usarli come “mance” per i Brave Creator che preferisci (me ad esempio) tutto comodamente in pochi click dal tuo nuovo browser.

Queste sono le funzioni che mi hanno stregato ma ovviamente Brave ha anche tutte le funzioni di un normalissimo browser: da menzionare la possibilità di navigare con una finestra anonima basata su Tor, il miglior browser dell’anonimato online!

Scarica Brave Browser

Brave Browser è ovviamente gratuito e puoi scaricarlo qui o premendo il logo qui sotto!

Conclusioni

Come avrai visto dalle immagini che ho pubblicato, in un mese Brave ha bloccato 17.870 tracker pubblicitari, mi ha fatto risparmiare 15 minuti e guadagnare 1.9 BAT (al cambio attuale circa 43 centesimi di dollaro americano): non sono sicuramente numeri da capogiro ma in oltre 20 anni di utilizzo di computer e internet non avevo mai provato nulla di simile. Soddisfatto!

P.S. non ho accennato a Brave per iOS perché purtroppo per ora in nel sistema operativo di iPhone e iPad non si può impostare un browser predefinito e quindi anche volendo usare Brave, ogni volta che aprirete un link da Whatsapp o da una mail verrà aperto in automatico con Safari, sigh!

Hai domande o curiosità? Utilizza la sezione commenti qui sotto, puoi anche fare il login con Facebook!

Vota questo articolo
Voti totali: 0 con una media di 0

Lascia un commento